Parliamo di Viaggi e tempo libero

VIAGGI DA CAMERA: RACCONTI PRIVATI DURANTE LA QUARANTENA

Viaggi da camera

Il progetto online della Fondazione Nicola Trussardi

La Fondazione Nicola Trussardi, che dallo scorso 27 marzo raccoglie e distribuisce quotidianamente immagini, video e testi, scelti da artisti invitati a raccontare il proprio spazio domestico e privato, da oggi si apre al pubblico.

In pochi giorni la Fondazione ha infatti ricevuto innumerevoli messaggi di persone che vogliono contribuire con i loro “viaggi da camera”, raccontando il loro universo privato in questo periodo di reclusione domestica forzata.

Il progetto

La Fondazione ha deciso di aprire a tutti la partecipazione al progetto: chiunque potrà postare sui social network il proprio “viaggio da camera”, aggiungendo l’hashtag #viaggidacamera e taggando la Fondazione Nicola Trussardi. La Fondazione condividerà quotidianamente tutti i contributi nelle stories dei suoi account Instagram e Facebook. 

I contributi degli artisti invitati, invece, continueranno a essere pubblicati nel sito web e nel feed dei canali social della Fondazione, come inizialmente previsto.

Negli anni molti artisti ci hanno insegnato a guardare gli spazi che ci circondano da nuovi punti di vista: da Giorgio Morandi, chiuso nel suo studio nel mezzo della Seconda Guerra Mondiale, a Marisa Merz, che nella sua casa di Torino ci spronava a guardare il mondo con gli occhi chiusi, che per lei erano “straordinariamente aperti”, gli artisti hanno immaginato lo spazio domestico come un territorio aperto a infinite scoperte.

Anche se restiamo a casa continuiamo a viaggiare

In , Viaggi da camera stimola a intraprendere nuovi viaggi all’interno del perimetro della propria stanza, per provare a scoprire nuove mappe della fantasia e nuovi punti di fuga.

Ispirato al celebre romanzo settecentesco di Xavier De Maistre Viaggio intorno alla mia camera – scritto durante un soggiorno obbligato di 42 giorni in una stanza di Torino – Viaggi da camera invita tutti ad aprire le porte delle loro stanze reali e immaginarie.

Mentre nel mondo si cerca di reagire a questi momenti di chiusura forzata in casa, è bello ricordare una citazione tratta per l’appunto da Viaggio intorno alla mia camera di Xavier de Maistre che celebra uno dei piccoli piaceri della vita.

Ho detto che amo meditare al dolce calduccio del letto e che il suo gradevole colore contribuisce molto al piacere che ne provo.

Per procurarmi questo piacere, il domestico ha ricevuto l’ordine di entrare nella mia camera una mezz’ora prima di quella stabilita per la levata.

Lo sento camminare in punta di piedi e trafficare con discrezione nella mia camera, e questo rumore mi dà la consolazione di sentirmi sonnecchiare: una consolazione delicata e sconosciuta a molta gente.

Si è abbastanza svegli per accorgersi che non lo si è completamente e per calcolare confusamente che l’ora degli affari e delle noie giace ancora nella clessidra del tempo.

Tratto da Viaggio intorno alla mia camera di Xavier de Maistre 


Potrebbero Interessarti

Non ci sono Commenti

Lascia il tuo commento

Seguimi su Instagram

Virginia - La Mia Tazza Vegana

info@lamiatazzavegana.it

Entra nella Community

Social