Colazione|Dessert|la tazza è DOLCE

PASTEL AL CHOCOLATE *vegan*

@la mia tazza vegana

C’è un attore che qualsiasi ruolo interpreti fa breccia nel mio cuore ( non sempre sempre, ma molto spesso!). Uno dei suoi personaggi che mi colpì maggiormente fu quello di Forrest Gump, un ragazzotto “particolare” che nonostante fosse riconosciuto socialmente come un diverso (uno sfigato diremmo nei nostri tempi moderni), in realtà sfornava pillole di saggezza come se non ci fosse un domani. Una di quelle fu: “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita!”

Credo nelle coincidenze, nel fato, nulla per me accade per caso e, comunque, mi piace pensare che certi incontri accadano perché, in qualche modo, con l’incastrarci alle vite di altre persone, dobbiamo evolverci e migliorarci. A me è capitata una cosa che paragonerei proprio ad una scatola di cioccolatini.

Nato in apparenza come semplice corso di lingua si è andato trasformando in qualcosa di differente, di più intenso direi.  Bene, il corso era la scatola, quei 19 corsisti i cioccolatini. Come ogni scatola di dolcetti che si rispetti la regola principale è l’assortimento: nocciola, caffè, cocco, rum, banana…In quella scatola c’era di tutto: ogni cioccolatino con i suoi ingredienti, con la sua origine, con il suo speciale sapore.

Non posso fare a meno di attribuire alle persone un verbo che solitamente useremmo per il cibo, ovvero “assaporare”. Assaporare significa percepire un ventaglio di sensazioni, amare e dolci, pungenti e piccanti. Si assapora il cibo, ma anche il momento. Si assapora la piacevole sensazione  di quando riconosciamo un nostro simile, incrociando il suo sguardo o ridendo alla stessa battuta. Tutto questo è assaporare, è godere di un “cioccolatino”, uno ad uno.

Così come… va “assaporata” pezzettino dopo pezzettino questa torta (ovviamente) al cioccolato che dedico proprio a loro,

alla “clase de Espanol y al Profe Galiciano” 🙂

INGREDIENTI:

  • 1 tazza di farina 00 ( o a scelta kamut, farro,…)
  • 1/2 tazza di zucchero di canna grezzo
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 1/2 tazza di cacao amaro in polvere
  • 1/2 bicchiere di olio di semi di girasole
  • latte di soia qb
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • gocce di cioccolato

PROCEDIMENTO

In una ciotola capiente unire le polveri farina, zucchero, lievito, cacao e mescolare.

Alle polveri unire gli ingredienti liquidi, cioè l’olio e il latte aggiunto a filo fino ad ottenere l’impasto cremoso, ma non liquido. Solo per ultimi aggiungere la buccia del limone e le gocce di cioccolato e mescolare.

Porre l’impasto in una teglia foderata con carta forno e infornare a 180° per 25-30 minuti (prova stecchino)

Lasciare raffreddare e servire con glassa di cioccolato (tanta glassa di cioccolato!) 😛

shareShare on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.